• DSC_0171_1680x400.jpg
  • DSC_0125_1680x400.jpg
  • DSC_0041_1680x400.jpg
  • DSC_0218_1680x400.jpg
  • DSC_0053_1680x400.jpg
  • DSC_0137_1680x400.jpg
  • DSC_0134_1680x400.jpg
  • DSC_0106_1680x400.jpg
  • DSC_0208_1680x400.jpg
  • DSC_0144_1680x400.jpg
  • DSC_0027_1680x400.jpg
  • IMG_2818_mod_1680x400.jpg
  • DSC_0054_1680x400.jpg
  • DSC_0012_1680x400.jpg
  • DSC_0090_1680x400.jpg
  • DSC_0046_1680x400.jpg
  • DSC_0030_1680x400.jpg
  • DSC_0224_1680x400.jpg
  • DSC_0258_1680x400.jpg
  • DSC_0126_1680x400.jpg

Le Prestazioni

Durabilità

La vita utile della zincatura dipende da quattro fattori:

  • Spessore del rivestimento di zinco
  • Acidità delle precipitazioni atmosferiche a cui è esposta
  • Presenza dell’inquinamento acido nell’atmosfera
  • Erosione causata dalla sabbia e dalla polvere trasportate dal vento

Durata

“Vita” è il tempo per cui esiste sufficiente zincatura per prevenire la corrosione dell’acciaio.
Lontano dalla costa, zona industriale, industria pesante Vita minima ≈ 20 anni
Zona costiera, zona industriale, industria pesante Vita minima ≈ 20 anni 
Zona lontano dalla costa, ambiente urbano, industria leggera e media Vita media ≈ 30 anni
Zona costiera, urbana, agricola Vita media ≈ 30 anni
Zona lontano dalla costa, agricola Vita più lunga ≈ 65 anni

Riciclabilità

L’acciaio zincato a caldo ha la caratteristica di poter essere riutilizzato indefinitamente e senza limitazione di applicazione. È evidente la differenza che c’è tra una trave di acciaio che, mediante la rifusione, può acquistare qualsiasi forma e funzione e una di cemento armato, il cui calcestruzzo dopo la separazione dal ferro delle armature, può aspirare a essere riutilizzato come inerte, alla stregua della sabbia e del pietrisco, ma non diventerà mai più cemento.

Eco-compatibilità

L’utilizzo della zincatura rispetto ad altri trattamenti anticorrosivi riduce il consumo di acciaio, riduce il consumo del petrolio, riduce il consumo di energia elettrica, riduce la produzione di rifiuti, riduce il consumo di acqua di raffreddamento delle centrali elettriche e della produzione dell’acciaio, evita le emissioni responsabili dell’effetto serra, dell’acidificazione, della distruzione della fascia di ozono, dell’eutrofizzazione e della formazione di ossidanti fotochimici.